Antonio-Riva-sposa-2016

Abiti da sposa Antonio Riva per la donna che ama stupire

Gli abiti da sposa Antonio Riva 2016

hanno uno stile contemporaneo, fresco e moderno. Uno stile perfetto per donne che ricercano qualcosa di unico per il giorno del proprio matrimonio, per spose con carattere che non temono di stupire.

La collezione dell’atelier milanese anche questa volta è caratterizzata dagli strepitosi vestiti in mikado. Questo tessuto ricavato dalla seta ha una struttura rigida che permette di poter realizzare splendidi origami che decorano i corpetti, il punto vita, la schiena ma soprattutto la parte inferiore della gonna.
È sicuramente il materiale più utilizzato nell’intera linea di abiti da sposa Antonio Riva, infatti è stato declinato anche in nero o con fantasie a righe a contrasto con il bianco, per chi ha voglia di osare e uscire fuori dagli schemi.

La griffe punta su grandi gonne strutturate o più scivolate con applicazioni floreali lungo l’intera lunghezza, sensuali scollature sulla schiena che aggiungono un tocco più deciso. Oltre al mikado è stata utilizzata anche molta organza, con la quale il designer ha creato gonne effetto foglia, che regalano volumi leggiadri.

Oltre al classico bianco puro nuziale, la linea sposa è stata declinata anche nelle versioni rosa cipria o in sfumature di beige champagne, modelli completati da gonne in tulle di seta plissettato. Ovviamente, non mancano i vestiti principeschi, di quelli caratterizzati da corpetti bustier con scolli a cuore e gonne particolarmente vaporose con lunghi strascichi sulla parte posteriore. Protagonisti di questa serie di wedding dress anche quelli corti, tra cui spuntano dei modelli a palloncino con o senza spalline, minidress con corpetto aderente e sagomato dalla gonna a ruota ricamata o formata da diversi strati di rouches sovrapposti.

Infine, non mancano quelli in pizzo, modelli con bustier ricamato a maniche corte o con bretelle in pizzo, per chi sogna un look senza tempo.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*