sito online abbigliamento bambino

Come scegliere l’abbigliamento bambino

Acquistare l’abbigliamento da bambino richiede una certa esperienza: bisogna, infatti, sapere quali sono i tessuti da preferire e quali sono, invece, quelli che sarebbe meglio evitare.

Sarebbe preferibile, inoltre, avere una conoscenza globale dei vari marchi che il mercato propone, in modo da individuare quelli più affidabili e scartare quelli che garantiscono una qualità minore.

In qualunque caso, però, non bisogna dimenticare un aspetto fondamentale: e cioè che gli indumenti per i più piccoli sono destinati a diventare, nel giro di breve tempo, inutili, a causa della crescita (a meno che non si decida di tenerli da parte per fratelli, amici o parenti più piccoli). Tutti gli investimenti, dunque, devono essere messi in pratica tenendo conto di questo particolare.

sito online abbigliamento bambini

Un sito di riferimento per l’abbigliamento bambino è www.cocochic.it. Qui si ha a disposizione un catalogo molto vasto di brand del settore: c’è spazio per Pom d’Api e per Petit Bateau, per esempio, ma anche per Stella McCartney Kids, per Mouche e per Minimu, senza dimenticare Emile et Ida, Mc2 Saint Barth, Cucùlab, Cosìcom’è e Babe & Tess.

E anche per ciò che concerne le tipologie di indumenti, ce n’è per tutti i gusti: che si abbia bisogno di una camicia, di un pigiama, di una sciarpa, di una tuta, di un paio di guanti, di un berretto, di una t-shirt, di un paio di sandali, di una cintura, di un paio di infradito, di un costume da bagno, di una canottiera, di un maglione o di qualsiasi altro capo di abbigliamento per un bambino o per una bambina, CocoChic è una fonte pressoché inesauribile di proposte.

Già, ma quali sono i fattori che vanno considerati quando si fa shopping per i più piccoli? Specialmente quando si ha a che fare con un neonato o con un bambino con pochi mesi di vita, non si può non pensare alla sua comodità. Ma non è questo il solo aspetto a cui badare: è altresì importante, per esempio, che i capi scelti siano confezionati e realizzati con materiali anallergici e atossici, se possibile in fibre naturali. Niente paura, comunque, perché il cotone va benissimo: e se proprio si vuole coccolare il bambino senza badare a spese, si può puntare sulla seta o sul lino.

Sempre con riferimento specifico ai neonati, si può dire sì alle tutine in ciniglia, ideali nel corso della stagione invernale così come i body a manica lunga (un materiale da privilegiare in questo caso è il caldo cotone, che viene adoperato anche per i calzini) e le calzemaglie. In estate, invece, spazio alle tutine che si aprono sull’inguine e a quelle che hanno i bottoncini a clip laterali, pratiche non solo per chi le indossa ma anche per mamma e papà.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*