Cattelan: i tavoli che completano

Le tipologie dei tavoli

Di tavoli ne esistono davvero tanti e proprio per questo Cattelan li ha suddivisi in varie categorie per far sì che la ricerca e la scelta diventino più semplici.

Realizza, infatti, tavoli fissi, allungabili, bistrot e tavoli prettamente da cucina.
Questi ultimi hanno la particolarità di distinguersi dagli altri in quanto presentano una struttura molto resistente, spesso composta dall’acciaio e, di conseguenza, difficile da danneggiarsi con il trascorrere del tempo e molto facile da pulire.

I piani di appoggio, invece, possono variare a seconda delle necessità e dei gusti e Cattelan è molto attento alle richieste dei clienti creando così tavoli luminosi grazie al vetro ed al cristallo, eleganti grazie al legno naturale ed anche moderni grazie alla presenza del laminato.

Di contro, se la zona in cui collocare il tavolo non dovesse essere la cucina e lo spazio fosse davvero limitato, allora un piccolo angolo potrebbe accogliere un bistrot capace di creare un’atmosfera surreale ed intima nello stesso tempo.

Impossibile dimenticare però la fortuna di disporre di grandi ambienti che vedono, invece, l’imponenza di un tavolo Cattelan fisso.

In tal caso si può parlare di grandi misure, ottima qualità come sempre e stili sempre introvabili.

Vetro, legno, cristallo, ceramica si alternano su basi di colonne in acciaio o giochi estetici di rovere per creare un ambiente unico e travolgente.

Se invece lo spazio non è proprio così ampio, ma non si vuole rinunciare ad ospiti ed a cene intime tra amici, un tavolo che da piccole dimensioni acquista lunghezza, è praticamente la soluzione ideale.

In un batter di ciglia, la categoria Cattelan tavoli prevede diverse tipologie di tavoli allungabili: una vasta gamma di sorprese e novità che toglieranno ogni ansia per la scelta del tavolo giusto in uno spazio un po’ ristretto.

Eleganza, praticità e funzionalità.

Funzionalità in primis

“Perché il bello, per me, è soprattutto il funzionale” questo è quanto ha sempre affermato Giorgio Cattelan la cui idea di fondare un’azienda adatta alle esigenze familiari, ha permesso a tante persone di risolvere notevoli problemi.

I tavoli non sono un elemento di arredo da sottovalutare perché non hanno solo il compito estetico di abbinarsi all’intero stile d’arredamento rispecchiando gli abitanti della casa, ma il loro aiuto è fondamentale sia negli ambienti piccoli che nei grossi spazi.

E, se per questi ultimi ci si può rilassare sulla scelta, in caso di stanze più piccole nelle varie categorie di Cattelan Tavoli la funzionalità del tavolo risulterà essere il perno principale intorno al quale far girare la scelta che porterà poi alla decisione definitiva.

L’altezza, la lunghezza, la composizione, la flessibilità nello spostamento così come il poterli aprire o chiudere, allungarli o rimpicciolirli a seconda delle esigenze fanno la forza dei tavoli che Cattelan crea ormai da tempo.

L’azienda ha colpito nel bersaglio in tutti i suoi arredi carpendo i segreti essenziali di ognuno di essi e riuscendo così a trasformare un progetto su carta in realtà che, nel corso degli anni, si è sempre più definito e specializzato.

Qualità e professionalità

Il successo è la principale conseguenza dell’esperienza. Cattelan mette a disposizione la capacità creativa dei suoi designer per realizzare tavoli dalle basi stilizzate, semplici e chic in egual modo.

I designer, grazie all’esperienza di anni nel settore dell’arredo di interni, uniscono genialità, funzionalità e stile. Il tutto, naturalmente, unito alla qualità dei materiali con cui i tavoli Cattelan sono costruiti.

Piani in cristallo temperato da 10 mm oppure da 15 mm nonché vetro o legno naturale come il rovere o noce sono adagiati su basi di inox satinato, acciaio verniciato o di elegante graphite a seconda dei gusti e dell’esigenza, creando forme particolari, rettangoli luminosi o cerchi massicci, per raccogliere la famiglia al momento della cena in maniera davvero unica.”

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*