Pentola a pressione: Perché usarla in cucina?

La pentola a pressione è un metodo veloce ed economico di cucinare. In questo periodo di crisi, se riusciamo anche a risparmiare attraverso un’uso oculato dei fornelli, è di certo tutto di guadagnato.

In quest’articolo voglio segnalarti alcune dritte su come usare la pentola a pressione, come puoi cucinarci senza problemi e come trovare in pochi secondi i tempi di cottura medi per alcuni dei cibi più preparati da noi italiani.

Ecco qui sotto tutti i dettagli.

Come usare la pentola a pressione in modo corretto?

pentola a pressione

Ti è mai capitato ti ricevere in regalo (magari dalla tua lista nozze) una fantastica pentola a pressione ma non aver mia avuto il coraggio di usarla, perché hai paura che salti la cucina per aria?

Se questo è il tuo caso, posso darti qualche suggerimenti utile qui sotto.

Dal punto di vista tecnico questa particolare pentola è un recipiente a chiusura ermetica che ha già una lunga storia alle spalle, e con gli anni è aumentata la sua sicurezza e i dispositivi che permettono di renderla sicura al 100%, se si seguono i consigli di cottura.

Per usarla in modo corretto, ad esempio per preparare delle verdure lesse, riempi la pentola con 250 millilitri di liquido sul fondo. In base al cibo che vuoi preparare, evita di riempirla più dei suoi 2/3 e se usi il cestello, mettici sopra le verdure da cuocere e lessare.

Chiudi la pentola in modo ermetico, e fai attenzione al coperchio, che è una delle parti più importanti di questa pentola, perché è formato da un tappo o meglio, da una valvola, che serve a far uscire il vapore una volta che la temperatura si alza troppo al suo interno.

La parte più importante di questa pentola è proprio la valvola presente sul coperchio, che permette al vapore di uscire fuori per evitare spiacevoli effetti collaterali.

Il vero vantaggio di usare questo tipo di pentola sta nel cuocere i cibi in modo veloce, rapido e salutare. Basta fare due conti facendo un rapporto tra i tempi di cottura di una normale padella rispetto ad una pentola a pressione.

Grazie alle alte temperature e alla volvola presente sul coperchio, hai la possibilità di risparmiare oltre il 70% di energia rispetto ad una comune padella o pentola.

Come cucinare con la pentola a pressione

Puoi preparare numerosi piatti, dal pesce alla carne e puoi addirittura cucinarci delle marmellate fatte in casa. Puoi ad esempio preparare un polpettone di carne in soli 20 minuti. Di sicuro se hai poco tempo, perché sei tornata tardi dal lavoro e hai amici a cena, farai un figurone e riuscirai a preparare un piatto delizioso e in pochissimo tempo.

Ti suggerisco alcune dritte per cucinare con la pentola a pressione:

  1. usa un retino traforato in acciaio per riuscire a far passare il vapore per cuocere i cibi velocemente e senza far perdere preziosi nutrienti.
  2. non far toccare mai gli ingredimenti che aggiungi nel retino con il liquido che metti sul fondo della pentola.
  3. per evitare guai e non far partire il coperchio come un missile sopra la tua cucina, apri solo quando la pentola ha finito di fischiare.

Quali sono i tempi di cottura

Per evitare che alcuni cibi siano troppo cotti, ti consiglio di usare un cronometro oppure per ottimizzare i costi, puoi impostare i minuti di cottura con il forno.

I tempi variano molto dal tipo di cibo che stai usando. Ad esempio per alcuni tipi di frutta, può volerci anche solo un minuto!

Online ci sono numerose tabelle che ti permetteranno di capire i migliori tempi di cottura. Basta cercare su google una frase come ad esempio questa qui sotto:

“temi di cottura asparagi pentola a pressione”

Vedrai che in pochi secondi scoprirai quanto quello specifico alimento debba cuocere con la pentola a pressione.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*