Categoria: Economia e finanza

Fair Value e Analisi Fondamentale

In questi anni si sono affacciati nel linguaggio corrente diversi termini, prima utilizzati e conosciuti soltanto in ambito economico-finanziario.

Con la crescita di importanza dell’economia nella realtà quotidiana di molte persone, tali termini hanno avuto sempre maggiore diffusione ed ormai parole come scalping, spread, bail-in e default sono entrati a far parte del vocabolario di tanti.

Un altro termine, spesso utilizzato nel cosiddetto trading online e in altri ambiti economico-finanziari come quello dell’Analisi Fondamentale, si sta pian piano diffondendo ed è Fair Value.

Questo tuttavia non sempre viene o può essere tradotto in italiano in maniera univoca, ma può esprimere diversi significati e concetti in base all’ambito o al settore economico a cui ci si riferisce.

Cerchiamo di comprendere meglio che cosa si intende per fair value in riferimento all’Analisi Fondamentale e, per poterlo fare, spieghiamo cosa sia quest’ultima.

Analisi Fondamentale

Nel settore del trading online, prima di effettuare delle operazioni finanziarie (ad esempio compravendita di titoli, azioni o valute) gli operatori utilizzano diversi strumenti per cercare di prevedere vantaggi e svantaggi, profitti o perdite derivanti da tali azioni.

Uno di questi strumenti è proprio l’analisi fondamentale. Questa, in pratica, cerca di definire il prezzo di un bene o prodotto in base ad un’approfondita analisi tecnico-finanziaria della società o impresa a cui quel bene fa riferimento.

Questo tipo di analisi infatti, calcolando l’incidenza di situazioni o eventi di micro e macroeconomia sulla predetta impresa, ne determina e valuta la solidità e redditività.

Di conseguenza, l’analisi fondamentale cerca di determinare l’esatto prezzo o valore del titolo o dell’azione della stessa società, basando la propria valutazione su diversi fattori di questa, tra cui utili, crescita, bilancio d’esercizio ed altri. Il tutto associato ad un connesso studio del mercato in generale e del settore in particolare dove si situa e opera la società medesima.

Fair Value

Questo termine può essere, in generale, anche definito come la stima del prezzo o valore di un bene o servizio, in considerazione di diversi fattori quali rischio, utilità, scarsità e costi di produzione.

Nell’ambito invece dell’analisi fondamentale, il fair value si può definire come il valore teorico di un titolo, che viene paragonato a sua volta con la sua quotazione di mercato e quindi col suo valore effettivo.

Tutto ciò al fine di verificare se la quotazione del titolo è sottostimata, in questo caso il fair value è maggiore del prezzo di mercato, oppure è sovrastimata, in questo caso il fair value è minore del prezzo di mercato.

In pratica, il fair value, nell’ambito dell’analisi fondamentale, quindi non è altro che il valore intrinseco di un prodotto finanziario o attività reale e dunque di azioni, titoli o strumenti derivati.

Fiducia nei ministri a giugno: oro a Padoan, ultime Giannini e Madia

ipr-marketing-tempo-reale-fiducia-nei-ministri

L’istituto di ricerche di mercato IPR Marketing ha condotto, come ogni mese, un sondaggio sulla fiducia che hanno gli italiani nei ministri del governo Renzi. Le interviste per il sondaggio fiducia nei ministri condotto per La Repubblica sono effettuate su un campione di 1000 persone maggiorenni residenti in Italia e disaggregate per sesso, età e area di residenza, rivelano che gli italiani non se la sentono di riporre la propria fiducia negli attuali ministri.

La novità assoluta di questo mese è la crescita di gradimento del ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina. Tale crescita gli permette di scalare la classifica passando dal terzo al secondo posto con il 29% di fiducia, complice forse la vittoria di Sala a Milano, di cui Martina è stato un forte sostenitore.

Non cambia la sua posizione Pier Carlo Padoan. Anche questo mese gli italiani premiano il ministro dell’Economia che mantiene il suo primo posto in classifica, aumentando il livello di fiducia dal 35 al 38%.
Perde due punti invece Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture, scendendo così al terzo posto con il 27%. Al quarto posto troviamo Angelino Alfano, ministro degli Interni, che rispetto a maggio perde un punto fermandosi al 26%. Lo segue il guardasigilli Andrea Orlando che perde due punti attestandosi al 25% del gradimento.

Un’altra novità di questo mese da sottolineare è quella rappresentata dal ministro della Cultura Dario Franceschini. Anche lui proprio come Padoan questo mese guadagna tre punti e si piazza al sesto posto.

Nessuna novità invece nella bassa classifica dove ritroviamo anche questo mese le ministre dell’Istruzione e della Pubblica Amministrazione Stefania Giannini e Marianna Madia, entrambe all’ultimo posto con appena il 10% di fiducia. Crolla la fiducia degli italiani testati da IPR nei confronti della ministra delle Riforme Maria Elena Boschi che perde anche questo mese un punto fermandosi all’ 11% in penultima posizione.

Risultano ancora una volta non classificati il ministro degli Affari Regionali Enrico Costa e Carlo Calenda ministro dello Sviluppo economico. Non è stato infatti possibile testare la fiducia nei loro confronti in quanto ancora poco conosciuti dagli italiani.

In generale, secondo quanto rilevato da IPR Marketing Tempo Reale,   l’intera compagine di ministri perde 0,2 punti rispetto a 30 giorni fa, sono solo tre i ministri con segno positivo (Padoan, Martina e Franceschini) mentre per 7 dicasteri la fiducia è in diminuzione. Per i rimanenti 4 non si sono registrate variazioni.

GTCM trading forex

Recensione del broker online GTCM: i servizi e le risorse offerte

Chi è GTCM

GTCM è una società della Depaho Ltd, leader nel settore del trading online. Negli anni questo settore è stato coinvolto in una fortissima crescita che ha permesso anche alla GTCM di migliorare la sua esperienza con i clienti, fornendo loro servizi sempre più pertinenti ed efficaci per lo svolgimento delle operazioni online.

L’offerta GTCM, infatti, si pone come obiettivo quello di assecondare continuamente le esigenze in continua evoluzione degli utenti che, quotidianamente, utilizzano i suoi strumenti per operare nel mondo del trading online: la continua ricerca di soluzioni qualitativamente eccellenti a supporto della comunità di trader.
La soddisfazione degli utenti e la loro esperienza di utilizzo del portale è il motore che muove qualsiasi nuovo progetto, su cui basare i cambiamenti e le nuove soluzioni da proporre ai trader: l’obiettivo è quello di creare una struttura che sia in grado di supportare gli operatori alle prime armi, guidandoli nell’introduzione a questo mondo, ma capace anche di fornire il valido supporto per i trader esperti che sono alla ricerca di piattaforme professionali ed evolute in grado di assecondare e asservire anche a un utilizzo più approfondito e intenso.
Se questi sono gli obiettivi che GTCM si pone per la soddisfazione dei suoi utenti, il risultato è senza dubbio positivo perché la piattaforma si è dimostrata essere particolarmente stabile in tutte le fasi di utilizzo, fluida e veloce anche nelle operazioni più concitate: questo aspetto è di fondamentale importanza per una società di broker online che punta a offrire la massima qualità di servizio ai suoi utenti.

I servizi GTCM: le piattaforme

Fatta la doverosa premessa per spiegare cosa sia GTCM, è importante capire quali sono i servizi che offre a chi vuole operare nel mondo del trading.
Il sito della società è particolarmente chiaro e intuitivo: questo aspetto viene spesso sottovalutato ma è di vitale importanza per chi non è pratico di questo settore e cerca un approccio semplice per cominciare la sua avventura.

L’aspetto più interessante di GTCM sono senza dubbio le sue piattaforme: si parla al plurale perché questa società è una delle poche sul mercato in grado di offrire ai suoi utenti tre differenti esperienze d’utilizzo per fare trading.
In realtà, però, si tratta di due piattaforme, di cui una declinata in due differenti modalità di utilizzo: web e fissa.

La piattaforma PROFit è il fiore all’occhiello dell’offerta GTCM: è una soluzione professionale strutturata in modo tale da crescere con il trader. Anche chi si avvicina per la prima volta al mondo del trading trova in questo strumento un valido supporto, semplice e privo di ostacoli per iniziare a operare in totale sicurezza.
Di contro, però, anche gli operatori professionisti trovano che la piattaforma PROFit sia adeguata alle loro esigenze grazie a un’interfaccia altamente personalizzabile con il metodo drag-and-drop. La potenza e la velocità di utilizzo sono i due capisaldi che rendono questa una delle piattaforme più apprezzate, ma GTCM ha voluto offrire ai suoi utenti un’esperienza di utilizzo ancora più completa con la realizzazione della piattaforma Web PROFit, ossia la piattaforma classica declinata in formato web, accessibile da qualunque computer e postazione multimediale, con la stessa interfaccia funzionale e moderna.

L’altra piattaforma al servizio degli utenti è la Meta Trader 4, molto conosciuta e apprezzata in ambito forex, che permette di scambiare rapidamente e senza bug valute e CFD: funzionale, automatica ed efficiente, è il partner di lavoro ideale per chi opera nel forex.

I servizi di GTCM: gli strumenti finanziari

Per offrire un servizio ancor più completo e attento alle esigenze operative, GTCM ha pensato di implementare le risorse a disposizione dei trader con una serie di strumenti finanziari che permettono un approccio analitico completo e basilare alle logiche dei mercati economici: i grafici d’andamento e il calendario economico con gli appuntamenti principali delle giornate sono solo due delle risorse imprescindibili che il trader ha a disposizione, che vengono implementate con le breaking news e con gli approfondimenti che vengono divulgati più volte al giorno.

Inoltre, per migliorare l’esperienza d’utilizzo di GTCM, sono stati approntati diversi tipi di conto tra cui il trader può scegliere quello che meglio si addice alle sue esigenze operative. Si tratta di pacchetti deposito che offrono garanzie, coperture e servizi differenziati sulla base della propria esperienza e capacità di spesa. Tuttavia, i cinque pacchetti offerti da GTCM hanno una caratteristica in comune, ossia la protezione di tutte e 5 le prime posizioni. Cosa significa? Significa che in avvio, se gli investimenti dovessero andare in perdita, il capitale d’avvio non verrà minimamente intaccato, ma se dovessero esserci dei guadagni, allora si avranno i profitti delle operazioni.

Una volta approvata la conformità del trader, GTCM mette anche a disposizione un gestore personale del conto, un consulente che funge in qualche modo da tutor per la gestione del capitale investito, che offre consigli e suggerimenti sulle modalità di investimento e sulle possibilità da cogliere per tentare di incrementare gli utili e i profitti.

I corsi di formazione di GTCM

Tutti gli utenti che decidono di iscriversi alla piattaforma di broker online GTCM e di acquisire uno dei pacchetti proposti, ricevono un e-book gratuito e un primo corso di formazione che li instrada alle prime operazioni del mondo del trading e del forex. Inoltre, sul sito è presente una guida consultabile in qualsiasi momento che funge da eccellente supporto alle operazioni, con un glossario e una guida all’utilizzo immediata e semplice.
L’affiancamento costante dei consulenti GTCM permette di usufruire in qualsiasi momento della guida di un esperto broker a supporto della propria professionalità.

Incentivi per sfruttare risorse rinnovanili

Incentivi Rinnovabili stanziati dal Governo: panoramica generale

 

Cosa sono gli incentivi rinnovabili, e per quale settore sono attivi? Ecco tutte le informazioni a riguardo e la panoramica generale che riguarda tale settore.

 

Gli incentivi rinnovabili

 

Periodicamente, lo Stato e qualche ente decidono di creare dei particolari incentivi, i quali colpiscono solo ed esclusivamente il settore delle energie rinnovabili.

Tale settore potrà dunque godere di un fondo monetario il quale permette loro di potersi evolvere, dal punto di vista tecnologico, e apportare delle migliorie.

Procedendo in questo modo dunque, il settore delle energie rinnovabili potrà vivere un periodo di splendore differente, in quanto i fondi servono per effettuare delle ricerche che appunto servono per potenziare ulteriormente il settore delle energie rinnovabili.

Pannelli fotovoltaici ed altri aspetti possono dunque contare sul denaro dei fondi, che viene sfruttato nel migliore dei modi.

Gli incentivi rinnovabili possono essere sfruttati da diverse figure, che potranno dunque rendere l’ambiente meno inquinato di quanto lo è attualmente.

 

A chi sono indirizzati questi incentivi

 

Gli incentivi per lo sfruttamento delle rinnovabili si distinguono in due rami completamente differenti, i quali comunque hanno lo stesso scopo,ovvero potenziare tale settore.

Generalmente, tali incentivi vengono indirizzati alle aziende che si occupano dello sviluppo di nuove tecnologie per la costruzione di attrezzature che sfruttano appunto le energie rinnovabili, come il sole, vento e l’acqua.

Gli incentivi nascono dunque per permettere alle aziende, produttrici di tali macchinari, di poter facilmente investire il denaro e realizzare nuovi macchinari idonei per l’utilizzo di tali energie.

sfruttare gli incentivi rinnovabili che verranno creati durante il corso dell'anno

Gli incentivi possono essere indirizzati anche alle aziende che producono energia e sfruttano il sole o il vento: grazie a tali incentivi si apportano delle migliorie all’interno delle centrali, che di fatto risultano essere maggiormente potenziate rispetto al passato, e dunque maggiormente produttive.

Infine, alcuni incentivi riguardano anche le famiglie ed i singoli cittadini.

Questi permettono dunque alle persone di poter sfruttare pannelli solari ed altri strumenti per poter ridurre il livello d’inquinamento che nasce dall’utilizzo classico dell’energia elettrica prodotta.

Tali incentivi permettono di rendere moderna un’abitazione, e dunque di poter diventare a tutti gli effetti una casa verde, ovvero che sfrutta le tecnologie moderne per poter avere energia elettrica.

 

Gli ultimi incentivi rinnovabili

 

Nel 2015 saranno diversi, e ancora da definire, gli incentivi rinnovabili che il Governo deciderà di creare.

Vi è però un dato importante: quest’anno il settore fotovoltaico sarà completamente escluso, mentre si punterà su tutti gli altri settori.

Questo per un semplice fatto: gli esponenti del Governo hanno sostenuto che il settore fotovoltaico è abbastanza moderno, e pertanto non necessita di fondi per migliorarsi ulteriormente.

Tutti gli altri settori, definiti vecchi e con strumenti obsoleti, potranno dunque sfruttare gli incentivi rinnovabili che verranno creati durante il corso dell’anno, in maniera tale che il settore dell’energia elettrica possa essere maggiormente sfruttato in una maniera che risulti essere corretta e ecologica.

La piattaforma di trading online: FXGM

Il forex è un mercato volatile in cui le contrattazioni relative ai cambi sono talmente numerose da creare grande liquidità.

I cambiamenti del prezzo delle valute avvengono rapidamente a causa di diversi fattori che risentono delle variazioni delle variabili macroeconomiche come i tassi d’interesse, le decisioni di politica monetaria, fiscale ed economica.

I trader devono operare tenendo presente tali variazioni per speculare al rialzo o al ribasso in relazione al valore che si presume che assumeranno le valute. Se le previsioni dell’investirore concorderanno con l’andamento del mercato si avrà un profitto altrimenti potrebbero verificarsi delle perdite proporzionate all’esposizione sul forex.

Nel mercato dei cambi si opera mediante il meccanismo della leva finanziaria che consente al trader di esporsi aprendo una posizione per mezzo di un piccolo investimento. Il broker interagisce con il trader fornendo la parte di capitale necessaria per aprire una posizione sul mercato chiedendo in cambio un tasso d’interesse e delle commissioni per ogni operazione di acquisto e di vendita delle valute.

La piattaforma di trading FXGM

Considerata la volatilità del forex è necessario affidarsi ai broker regolamentati da enti che richiedono particolari requisiti per operare con le valute. FXGM è un broker regolamentato dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission) ed è un marchio registrato dalla Depaho Ltd che è una società d’investimenti operante secondo gli standard dell’Unione Europea.

La base su cui opera FXGM è il rispetto del principio di stabilità finanziaria per cui i trader affidano i loro capitali ad un broker conosciuto sul mercato dei cambi per la sua affidabilità e serietà nell’attività di trading online. Il trader spesso è entusiasta per gli investimenti sul forex e pensa di poter guadagnare facilmente.

Il mercato nasconde invece delle insidie che possono essere sviate per mezzo di strumenti di trading forniti dalle piattaforme d’eccellenza.

Attraverso la piattaforma FXGM prima di fare trading online si possono seguire dei corsi di trading messi a disposizione dal centro didattico. La scuola di trading offre una formazione specifica per consentire al trader di apprendere le strategie vincenti in modo tale che ogni investimento sia un successo in termini di profitto.

Uno strumento utile per imparare i termini utilizzati nel mercato dei cambi è il glossario forex il cui utilizzo permette di cogliere il pieno significato delle notizie che influenzano il prezzo delle valute.

Servizi e risorse della piattaforma FXGM
Servizi e risorse della piattaforma FXGM

Il trading online è un’attività entusiasmante ma altrettanto pericolosa se non si conoscono i meccanismi che regolano il mercato forex. Le perdite sui capitali investiti potrebbero essere cospicue se non si ha un partner affidabile.

Il broker FXGM fornisce conti demo per mettere alla prova le strategie del trader senza investire capitali. L’analisi fondamentale e l’analisi tecnica sono degli strumenti utili per fare investimenti profittevoli.

Con l’analisi fondamentale il trader interpreta i cambiamenti delle variabili macroeconomiche e l’influenza che essi avranno sulle valute. Attraverso i grafici il trader valuta le oscillazioni dei prezzi per agire sui livelli di supporto e di resistenza.

Attraverso il servizio SMS il trader viene informato dei cambiamenti subiti dai suoi investimenti in seguito a variazioni di valore delle valute. I consigli e le notizie forex servono ad orientare nel modo opportuno l’investitore.

Segnali opzioni binarie Millionn

segnali opzioni

I segnali di trading, conviene utilizzarli?

Le opzioni binarie sono uno strumento finanziario sempre più diffuso tra gli investitori. Il motivo di questo successo sta soprattutto nella sua semplicità di utilizzo, circostanza che lo rende accessibile anche a coloro che non sono dei veri esperti in investimenti finanziari. In parole povere, attraverso le opzioni binarie l’investitore scommette sull’andamento di un dato asset, come azioni, indici azionari, materie prime o valute, semplicemente rispondendo con un “si” o con un “no” alle domande sul loro andamento futuro. Tuttavia, pur essendo semplice, in termini pratici, investire in opzioni binarie, sicuramente meno semplice risulta azzeccare quelle che sono le previsioni sull’andamento degli asset su cui si scommette, soprattutto per tutti coloro che non sono dei veri e propri esperti del settore. Da qui la possibilità di utilizzare i cosiddetti segnali opzioni binarie Millionn.

Cosa sono i segnali per le opzioni binarie

I segnali di trading per le opzioni binarie sono uno strumento che offre la possibilità di investire in opzioni binarie anche a coloro che non dispongono di una approfondita conoscenza dei mercati e di tutte le strategie di investimento ad esso connesse. In poche parole, un segnale altro non è che un’indicazione, un suggerimento se così lo si vuol chiamare, fornito da una fonte considerata attendibile. Il segnale comprende l’indicazione dell’asset, la tipologia di operazione da compiere, la direzione prevista e la scadenza. In questo modo, dunque, gli investitori meno esperti, o anche coloro che non hanno modo o tempo di seguire l’andamento dei mercati e tutti gli eventi che possono influenzarlo, hanno ugualmente la possibilità di investire in opzioni binarie, semplicemente andando a seguire alla lettera i cosiddetti segnali.

Vale la pena seguire i segnali?

Ovviamente, anche chi investe seguendo i segnali di trading, non punta ad un guadagno certo, esiste sempre il rischio che per natura è insito in ogni tipo di investimento finanziario. Anche i segnali che arrivano da fonti attendibili e autorevoli possono infatti essere errati, portando così l’investitore a fare una scommessa perdente e quindi a dover dire addio ai soldi investiti. Questo soprattutto perchè a fornire i segnali sono in sostanza delle persone, dei trader, che non possono avere la certezza di quello che sarà. Chi decide di utilizzare i segnali di trading per le opzioni binarie, dunque, dovrà ugualmente prestare attenzione, il suggerimento degli esperti è soprattutto quello di affidarsi a fonti che nel passato, attraverso i segnali forniti, sono riuscite a costruirsi una buona reputazione. Altro suggerimento degli esperti, sempre finalizzato al limitare al minimo i rischi e a massimizzare i guadagni, è quello di non puntare su un unico suggerimento ma di diversificare: in questo modo, se un fornitore di segnali ci farà perdere ci saranno altri che ci faranno guadagnare, andando poi ad eliminare periodicamente quelli che forniscono spesso segnali errati e che quindi comportano l’assunzione di rischi elevati.

Quanto costa seguire i segnali

Alcuni fornitori di segnali offrono il servizio gratuitamente, altri invece chiedono agli investitori il pagamento di un corrispettivo. In genere, tuttavia, è previsto un canone mensile, che si aggira intorno ai 10 euro al mese, e che comprende spesso anche servizi e funzionalità connesse all’investimento.