Fiducia nei ministri a giugno: oro a Padoan, ultime Giannini e Madia

ipr-marketing-tempo-reale-fiducia-nei-ministri

L’istituto di ricerche di mercato IPR Marketing ha condotto, come ogni mese, un sondaggio sulla fiducia che hanno gli italiani nei ministri del governo Renzi. Le interviste per il sondaggio fiducia nei ministri condotto per La Repubblica sono effettuate su un campione di 1000 persone maggiorenni residenti in Italia e disaggregate per sesso, età e area di residenza, rivelano che gli italiani non se la sentono di riporre la propria fiducia negli attuali ministri.

La novità assoluta di questo mese è la crescita di gradimento del ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina. Tale crescita gli permette di scalare la classifica passando dal terzo al secondo posto con il 29% di fiducia, complice forse la vittoria di Sala a Milano, di cui Martina è stato un forte sostenitore.

Non cambia la sua posizione Pier Carlo Padoan. Anche questo mese gli italiani premiano il ministro dell’Economia che mantiene il suo primo posto in classifica, aumentando il livello di fiducia dal 35 al 38%.
Perde due punti invece Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture, scendendo così al terzo posto con il 27%. Al quarto posto troviamo Angelino Alfano, ministro degli Interni, che rispetto a maggio perde un punto fermandosi al 26%. Lo segue il guardasigilli Andrea Orlando che perde due punti attestandosi al 25% del gradimento.

Un’altra novità di questo mese da sottolineare è quella rappresentata dal ministro della Cultura Dario Franceschini. Anche lui proprio come Padoan questo mese guadagna tre punti e si piazza al sesto posto.

Nessuna novità invece nella bassa classifica dove ritroviamo anche questo mese le ministre dell’Istruzione e della Pubblica Amministrazione Stefania Giannini e Marianna Madia, entrambe all’ultimo posto con appena il 10% di fiducia. Crolla la fiducia degli italiani testati da IPR nei confronti della ministra delle Riforme Maria Elena Boschi che perde anche questo mese un punto fermandosi all’ 11% in penultima posizione.

Risultano ancora una volta non classificati il ministro degli Affari Regionali Enrico Costa e Carlo Calenda ministro dello Sviluppo economico. Non è stato infatti possibile testare la fiducia nei loro confronti in quanto ancora poco conosciuti dagli italiani.

In generale, secondo quanto rilevato da IPR Marketing Tempo Reale,   l’intera compagine di ministri perde 0,2 punti rispetto a 30 giorni fa, sono solo tre i ministri con segno positivo (Padoan, Martina e Franceschini) mentre per 7 dicasteri la fiducia è in diminuzione. Per i rimanenti 4 non si sono registrate variazioni.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*