processo costruzione stampi

La lavorazione delle lamiere

In ambito industriale, sono numerose le lavorazioni a cui possono essere sottoposte le lamiere, a seconda del tipo di esigenza da soddisfare e dei risultati che si vogliono ottenere. Tra queste, spicca lo stampaggio lamiere a freddo, un procedimento speciale che ha lo scopo di causare una deformazione di un foglio di lamiera piano per ricavarne un oggetto a tre dimensioni: l’esempio classico è quello della portiera di una macchina, ma le possibili applicazioni sono numerose, nei contesti più diversi.

Per lo stampaggio lamiere a freddo si ricorre alle presse idrauliche e alle presse meccaniche. La quantità di prodotti che si possono ottenere facendo riferimento a questo procedimento è decisamente elevata: può trattarsi di articoli che vengono adoperati da ognuno di noi nella vita di tutti i giorni, di utensili per la coltivazione, di parti di complementi di arredo, di semplici oggetti, di soluzioni di design, e così via.

Lo stampaggio può essere basato su stampi standard, e quindi su forme prestabilite, ma anche su stampi che vengono forniti dai clienti, nel caso in cui si abbia bisogno di forme specifiche.

costruzione stampi macchina

La deformazione a freddo comporta, poi, ulteriori operazioni: si tratta della tranciatura, dell’imbutitura, della coniatura, della maschiatura e dell’assestamento. Ognuna di esse serve a ottimizzare e a rifinire i procedimenti precedenti, così da dare vita a prodotti perfetti e impeccabili sotto ogni punt
o di vista, privi di sbavature di qualsiasi genere.

A seconda dei lotti con cui si ha a che fare, gli stampi possono essere manuali o di tipo progressivo.

Le lamiere su cui si lavora, invece, non sono solo di acciaio, ma anche di altri materiali, come per esempio il titanio e l’alluminio. Punto chiave di ogni lavorazione è rappresentato dalla stazione Cad / Cam, che permette di progettare e curare ogni dettaglio con la massima precisione.

Le tre tipologie di stampaggio della lamiera a freddo principali sono la tranciatura, l’imbutitura (o imbutitura profonda) e la piegatura – curvatura; l’imbutitura, in particolare, consiste nel processo tecnologico che fa sì che le lastre di lamiere possano essere deformate plasticamente in virtù della pressione esercitata da una matrice.

Da un punto di vista pratico, per ottenere i risultati desiderati si fa ricorso alla pressione statica, grazie alla quale si ottengono le forme geometriche volute: a tal fine, tutti gli stampi, tramite i quali gli
oggetti assumono la forma desiderata, vengono installati su macchine che sono caratterizzate da un moto rettilineo alternativo.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*