lavoro esercito italiano

Trovare lavoro nell’esercito

L’Esercito Italiano, assieme alla Marina, l’Arma dei Carabinieri e l’Aeronautica Militare, è una delle Forze Armate presente sul territorio italiano.

A partire dal 2005, anno in cui è stata sospesa la leva obbligatoria, il corpo dell’esercito militare è composto da soli volontari. Con l’approvazione della legge “delega al Governo per l’istituzione del servizio militare volontario femminile” n. 380/99, inoltre, è stata riconosciuta la possibilità da parte delle cittadine italiane di partecipare ai concorsi per l’arruolamento volontario nelle Forze Armate.

Sono questi i principali riferimenti normativi che hanno trasformato l’esperienza della leva obbligatoria in un’opportunità di carriera militare.

La carriera militare la si può suddividere in due grandi categorie: la ferma temporanea e la carriera permanente.

La ferma temporanea può essere annuale (riconosciuta anche con l’acronimo VFP1) o quadriennale (VFP4). L’accesso al VFP1 avviene tramite concorso pubblico dove è richiesta l’idonietà fisica e dove vengono valutati i titoli acquisiti, mentre l’accesso al concorso per VFP4 è ammesso solo per i VFP1 che hanno prestato il quadriennale servizio militare come VFP1.

come lavorare esercito

I gradi militari che i membri di queste truppe di volontari possono raggiungere sono il soldato semplice, riconosciuto automaticamente al VFP1, il caporale, con la nomina al VFP4 ed il caporal maggiore, grado che viene acquisito automaticamente dai VFP4 con 18 mesi di carriera.

Oltre ai militari di truppa (VFP1 e VFP4) c’è la categoria dei graduati, carriera che la intraprende il militare in servizio permanente. Per entrare a far parte di questo ruolo, quindi, bisogna superare il concorso, che è riservato ai soli volontari in ferma breve ed ai volontari in ferma prefissata di 4 anni.

Anche questo ruolo e suddiviso in gradi militari che sono, in ordine di importanza di grado, il primo caporal maggiore, il caporal maggiore scelto, il caporal maggiore capo, il caporal maggiore capo scelto.

Il grado di primo caporal maggiore può essere riconosciuto al VFP4 che dopo il 4° anno di servizio effettua l’anno di rafferma. Può diventare caporal maggiore scelto il caporal maggiore con un anno di esperienza. Può essere riconosciuto il grado di caporal maggiore capo il caporal maggiore che abbia almeno 5 anni di esperienza.

Infine, può diventare caporal maggiore capo scelto, il caporal maggiore capo che abbia 5 anni di anzianità.

Oltre al ruolo dei volontari in ferma breve e dei volontari in servizio permanente ci sono i ruoli che, in ordine gerarchico, sono i sergenti, i marescialli ed i tenenti. Anche in questo caso tutti i ruoli sono suddivisi in gradi militari.

E’ bene ricordare che per qualsiasi ruolo militare è prevista comunque di un’indennità di servizio.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*