Categoria: Servizi

Allarme lavastoviglie: I 5 campanelli d’allarme che tutti dovremmo conoscere

La cena è ultimata, gi ospiti si sono spostati nell’area relax della casa in attesa del vostro arrivo, ma la cucina è invivibile, già vi inzia ad assillare il pensiero di lavare i piatti e le padelle sporche a notte fonda e l’idea di andare a dormire non troppo tardi inzia a svanire.

Quando le speranze sono ormai a terra, però, vi ricordate di essere in possesso di una lavastoviglie pronta all’uso, allora iniziate a caricare piatti, posate bicchieri e pentole, inserire il detersivo apposito, chiudete lo sportello e premete sul tasto di accensione, quando un rumore strano inzia a farsi sentire e capite subito di essere spacciati.

Non c’è cosa piu fastidiosa di un elettrodomestico che nojn funziona, secialmente quando si ha davvero bisogno.

Se la lavastoviglie non sta scaricando, potrebbe trattarsi di molteplici problemi. Le lavastoviglie sono collegate al sitema di alimentazione dell’acqua del lavello e alla linea di scarico che collega la cucina con il sistema fognario.

Se uno di questi due tubi si ostruisce, la lavastoviglie non riceverà tutta l’acqua di cui ha bisogno per pulire i piatti e vi troverete la mattina o nel post serata a pulire i piatti a mano alla vecchia maniera.

I colpevoli sono facili da individuare, possono essere cibo e detriti vari che si incastrano e creano un tappo, ma in ogni caso, è importante riconoscere i campanelli di allarme di una lavastoviglie intasata in tempo in modo da poterla far riparare immediatamente da un idraulico ed evitare inconvenienti di questo genere.

Ecco cinque segni premonitori indice di una lavastoviglie ostruita:

1. Il gorgoglio. Se sentite un insolito suono proveniente dagli scarichi della vostra lavastoviglie, potrebbe trattarsi dell’acqua che sbatte contro un posto di blocco per così dire. Tale pressione emette un rumore tale da far invidia ai migliori film horror, tuttavia non c’è bisogno di uno scaccia fantasmi per risolvere il problema, bensì l’intervento di un idraulico esperto che controllerà il vostro sistema di tubature.

2. Scarico a flusso lento. Se notate che il vostro lavandino della cucina si sta scaricando lentamente, potrebbe esserci un intasamento e molto probabilemente esso può essere nella linea di tubi in comune con la vostra lavastoviglie.

In tal caso avrete sicuramente bisogno di aiuto se non siete esperti del fai da te, poichè andare a metter mano nelle tubature richiede un lavoro di precisione tale che se manca si rischia solo di peggiorare la situazione.

3. Backup dell’acqua. Se la lavastoviglie è in funzione vedete che l’acqua esce dal lavello della cucina, potrebbe esserci un serio problema. In tal caso vi consiglio di spegnere immediatamente la lavastoviglie ed eseguire un controllo rapido nei tubi in cui ci potrebbero essere dei rifiurti che bloccano in modo consistente lo scarico.

Se non ci riuscite e il backup dell’acqua persiste, allora chiamate al più presto un idraulico.

4. Acqua di troppo. Se aprite la vostra lavastoviglie dopo che ha terminato il ciclo di lavaggio e scoprite che sul fondo si è appoggiata dell’acqua, significa che l’apparecchio non ha scaricato correttamente.

5. Piatti sempre sporchi. Allo stesso modo, se aprite la lavastoviglie dopo che è stato eseguito un lavaggio e trovate i vostri piatti con qualche rimasuglio di cibo, non pensate che potrebbe essere dovuto al getto che non è riuscito a staccare il cibo dal piatto, bensì potrebbe significare in realtà che non si è riempito di acqua il tubo di alimentazione.

Ciò indicherebbe un tappo nella linea principale della cucina, il quale può essere risolto mediante un professionista. Quindi non vi resta che chiamare un idraulico e per far passare l’attesa di un pronto intervento finire di lavare i piatti!

studio avvocati

Studio avvocati: come trovare nuovi clienti sul web

A causa della crisi economica che ha colpito l’intero Paese, anche il mondo degli avvocati versa in una profonda crisi, per quanto concerne l’acquisizione di nuovi clienti.

Attualmente, uno dei mezzi più utilizzati dagli esperti del settore si chiama Internet. Attraverso diversi portali e piattaforme, ogni avvocato cerca di attirare a sé più clientela possibile, con lo scopo di incrementare sempre di più il proprio business.

Ma come fare per acquisire nuovi clienti col web? È semplice? Ve lo spieghiamo in questa guida.

Aprite un portale di consulenza

Offrire la possibilità di effettuare una consulenza legale online è estremamente utile in quanto permette di avvicinare clienti anche di diversa nazionalità, in tutte le zone di Italia. Organizzare delle consulenze via Skype, permette ad ogni cliente di contattare un avvocato indipendentemente dalla città in cui si trova. Le conversazioni di questo tipo, poi, sono molto dirette e immediate e per questo, anche molto più agevoli.

Parlate, parlate, parlate

La frequenza di comunicazione, che sia su internet che nella vita reale, è basilare per un avvocato. Provate ad aprire una pagina sul vostro social network preferito e cominciate a pubblicare dei post attinenti alla vostra attività, a ciò che fate, agli eventuali appuntamenti o conferenza nella quale è facile incontrarvi. Non siate assilanti ma nemmeno sporadici, però. Pubblicare pochi post stimola l’utente a dimenticarsi facilmente di voi, mentre essere troppo pressanti potrebbe risultare esagerato per un eventuale cliente. Se avete voglia, potete anche iniziare a partecipare a delle discussioni online, all’interno di forum e blog attinenti, che si occupino, cioè, di pubblicazioni giuridiche e Giurisprudenza. Vi permetterà di apparire agli altri utenti competenti e capaci.

Il cliente è la cosa più importante

Se decidete di aprire un pagina su un social, evitate di parlare troppo di voi. Concentrandovi eccessivamente su voi stessi, potreste risultare troppo presuntuosi. La cosa più importante è acquisire la fiducia del vostro potenziale cliente. Il lavoro dell’avvocato si basa sull’empatia e su una stretta dichiarazione di fiducia. Cercate di mostrarvi il più affidabili possibile e la vostra clientela inevitabilmente aumenterà.

Gigolò per coppie a Milano: migliora la tua vita di coppia

gigolo per coppie a milano

Un Gigolò può esser la soluzione alla solita routine?

Finite le vacanze estive bisogna ritornare alla solita routine: il lavoro, i nuovi progetti e gli impegni che si moltiplicano. In tutta questa frenesia spesso si trascura il proprio benessere e la vita di coppia ne risente.

Per questo è importante ritagliarsi dei momenti speciali con il proprio partner, ma la forza dell’abitudine fa perdere fantasia ed energia.

Scegli un accompagnatore per coppie professionista

Affidati ad un Gigolo professionista che sappia portarvi dentro un sogno.
Affidati ad un accompagnatore capace di riaccendere la passione di una coppia.

Solo un escort per coppie con molta esperienza, ha un buon feeling con le persone ed è in grado di mettervi subito a vostro agio.

Cosa può offrire un escort per coppie a Milano?

In base al tempo che avete a disposizione può proporre a te e al tuo compagno le migliori opportunità per divertirsi e rilassarsi insieme, in un sensuale menage a trois.

Un accompagnatore per coppie ama mettersi in gioco e mette al centro il tuo benessere e la tua serenità.

A volte i problemi di coppia diventano dei macigni che opprimono la relazione, solo perché si è troppo stressati da altri fattori e ogni piccola cosa diventa gigantesca.

Per questo è importante riscoprire l’altro e non darlo mai per scontato.
Un gigolò riesce a farti apprezzare la persona che hai a fianco, perché impari a vederla sotto un altro punto di vista.

Un professionista dell’eros può riuscire a tirar fuori dalla vostra coppia quello che timidamente nascondete, ma che vorreste realizzare nella vostra quotidianità.

Se ci sono alcune tensioni che si ripercuotono nel vostro rapporto non le risolverete certo facendo finta di niente.
Un gigolo non solo vi farà divertire, ma sarà anche il vostro confidente, saprà tirar fuori quello che non riuscite a dirvi, dimostrandovi quanto sia forte il vostro sentimento.

Chiamare un gigolò non è un segno di arresa, ma di coraggio, un dono che potete fare alla coppia per fortificarla e aggiungere un po’ di pepe che vi porterà a oltrepassare nuovi traguardi.

Scab Design: un mondo di design essenziale e sostenibile

L’aspetto fisico non è l’unico biglietto da visita che ciascuno offre di sé: anche la propria abitazione, per chi la visita, rappresenta un modo veloce e infallibile per farsi un’idea su chi siamo, sui nostri gusti, sulle aspettative e sulla visione che abbiamo del mondo.

Per questo motivo, sono sempre di più le persone che prestano un’attenzione particolare all’arredamento della propria casa, vista non solo come un luogo familiare e protetto in cui rifugiarsi, ma anche, primariamente, come un’espressione del sé. Scab Design, azienda che opera nel settore dell’home design sin dal 1957, questo lo sa bene, ed è per questo motivo che offre ai propri clienti una vastissima selezione di complementi d’arredo e accessori per la casa caratterizzati da uno stile ineccepibile e da una qualità che al giorno d’oggi è sempre più difficile trovare.

Proprio come una bella donna, la casa cambia il proprio look adeguandosi alle mode del momento, allo spirito di chi la abita e a ogni innovazione che si desidera apportare per trasformarla sino a renderla a tutti gli effetti la casa dei propri sogni.

Sul sito Scab Design e nei vasti locali che ospitano l’azienda è possibile trovare una vastissima gamma di sedie, sgabelli e tavoli per tutti i gusti e tutte le esigenze. Questi accessori di design sono in grado di trasformare gli ambienti, impreziosendoli e rendendoli subito originali e alla moda.

Dai modelli standard a quelli più particolari, si caratterizzato tutti per le linee eleganti ed essenziali e per i materiali con cui sono realizzati, di primissima scelta. La lavorazione meccanica è pur sempre di stampo artigianale, e rende ogni pezzo perfetto e
unico nel suo genere, mentre l’ampia scelta a disposizione del cliente fa in modo che ciascuno possa personalizzare la propria abitazione sino a renderla unica, espressione perfetta di sé.

Tutti i prodotti Scab Design sono realizzati in policarbonato, polipropilene e polimeri grazie a una trentina di presse robotizzate dall’elevata efficacia produttiva.

Dal lontano 1957, nei decenni a venire Scab Design si è affermato sempre più in tutto il mondo come brand emblema della grande tradizione del design italiano, nonché vero e proprio simbolo di quel Made in Italy che tutti ci invidiano.

Tutti i complementi d’arredo che portano il marchio Scab Design sono stati appositamente pensati e progettati per essere non solo belli, ma anche estremamente funzionali; negli ultimi anni, infatti, design fa rima non solo con modernità, perfezione estetica e attenzione quasi maniacale ai dettagli e alle rifiniture, ma anche con funzionalità e praticità. Una casa, infatti, non è un museo, bensì un luogo da vivere e che faciliti la vita dei suoi abitanti, abbellendone le giornate e soprattutto i momenti di relax.

Scab Design ha come mission imprenditoriale una costante ricerca della bellezza e della perfezione applicate però sempre alla funzionalità finale di ogni complemento d’arredo. Gli oggetti prodotti sono unici nel loro genere e appartengono a collezioni esclusive, dall’indiscutibile originalità, eclettiche e fantasiose.

E che i prodotti Scab Design siano di qualità, lo dimostra anche lo straordinario riconoscimento ricevuto da Bayer, che ha concesso all’azienda il marchio Makrolon® by Bayer, oggi Covestro made with Makrolon®, simbolo di prestigio e costante aspirazione alla perfezione della materia.

La ricerca ininterrotta di linee pure viene applicata sia all’home design che al settore contract, indoor e outdoor. L’idea si trasforma in materia, l’ideale in materiale in una perenne tensione al bello che non dimentica neanche la sostenibilità.

I prodotti Scab Design, che sono venduti anche presso Binova Milano, sono infatti completamente riciclabili, essendo costituiti da componenti singoli che si possono differenziare senza alcun problema.

L’affitto delle sale per eventi a Milano: la posizione conta

L’affitto delle sale per feste a Milano è un’opzione molto gettonata, quando l’idea è quella di organizzare un party personalizzato e originale.

In particolare, l’affitto di sale per feste si rende necessario nel caso in cui si voglia  organizzare un evento con un elevato numero di persone, oppure nel caso in cui  si renda necessario personalizzare gli spazi della location e il servizio catering in base al tema della festa.

Infatti, generalmente, i ristoranti o cocktail bar sono adatti ad ospitare piccoli party con un numero ristretto di persone (fino a 25/30 persone al massimo) e non prevedono personalizzazione degli allestimenti oppure del menu, in quanto si è obbligati a servirsi del ristorante interno.

Nel caso di party aziendali, eventi di presentazione, mercatini, dimostrazioni di prodotto o incontri culturali, che prevedano il coinvolgimento di oltre una trentina di persone, è consigliabile optare per un evento “personalizzabile” in sale feste da affittare per l’occasione.

Una festa “a misura” delle esigenze specifiche di chi la organizza consente la personalizzazione degli spazi (spazio per presentazioni con proiettore oppure spazio per buffet) e dell’intrattenimento dell’evento, partendo dall’animazione fino ad arrivare al catering.

 La posizione conta. Come scegliere le sale feste migliori della città

Milano è una città colta, vivace, moderna con un calendario di eventi sempre fitto ed interessante. Per questo motivo è fondamentale pianificare in anticipo l’organizzazione del proprio evento in città, sia che si tratti di un party aziendale che di un concerto di beneficenza.

Una volta stabilita la necessità dell’affitto di sale per feste, in alternativa alla prenotazione di locali aperti al pubblico, bisogna valutare un aspetto strategico di grande importanza per la riuscita dell’evento, la posizione dei locali.

Una festa ben riuscita è infatti una festa che, oltre ad essere perfettamente organizzata da professionisti del settore, è raggiungibile in modo agevole dagli invitati oppure dal bacino di utenza interessata.

Nel caso di eventi culturali pubblici o privati che mirano a coinvolgere un numero di persone più o meno vicino alle duecento unità, l’input è quello di preferire sale feste al centro di Milano.

Questa scelta è motivata dal fatto che i partecipanti potranno spostarsi agevolmente con i mezzi pubblici per raggiungere il party, senza creare nessun problema al traffico o all’ordine pubblico (pensiamo ai parcheggi). Viceversa, quando l’evento assume una connotazione di pubblico più ampia, ad esempio le fiere che movimentano migliaia di persone, la strategia migliore è quella di scegliere uno spazio eventi periferico, fuori dal centro cittadino, raggiungibile con mezzi pubblici o privati.

La posizione delle sale per feste a Milano è importante non solo per assicurarsi una facile raggiungibilità del pubblico invitato, ma anche per una questione legata all’esclusività e al glamour che si vuole conferire all’evento.

Per eventi come sfilate di moda, concerti di beneficenza, party aziendali esclusivi, la location più indicata è quella in posizione centrale, ben collegata alla stazione centrale ed immersa nel tessuto urbano e storico della città di Milano.

Il piano di marketing fieristico

Ogni azienda deve avere un piano di azione per sviluppare il proprio business, ogni attività che viene svolta deve seguire un piano specifico pensato ed elaborato per quel lavoro o intenzione specifica.

In pratica ogni azienda deve sviluppare un proprio piano di business al cui interno deve poi creare dei “figli” minori che vadano a rappresentare e identificare nel dettaglio le azioni da compiere per le diverse attività dell’azienda stessa.

In questi “figli” rientra sicuramente il piano di marketing fieristico ovvero il progetto dalla A alla Z che permette ad una qualsiasi azienda di partecipare efficacemente e con successo ad una fiera di settore, ad una manifestazione oppure ad un evento che possa permettere di sviluppare il proprio business.

Il piano di marketing fieristico è suddiviso in 3 fasi temporali collegate tra loro che si evolvono una in sequenza con l’altra, queste fasi rappresentano tutto il processo del piano di azione:

  • Prima dell’evento
  • Durante l’evento
  • Dopo l’evento

All’interno di ognuna di queste fasi si possono sviluppare dei micro piani di azione che specificano e dettagliano ogni attività da svolgere.

Prima dell’evento

E’ la fase organizzativa e progettuale, è qui che si mettono le basi per il successo, si vanno a definire tutti gli elementi del piano che poi verranno concretizzati ed utilizzati nelle altre due fasi.

Di questa prima fase fanno parte la definizione degli obiettivi da raggiungere, le persone dello staff da coinvolgere, il progetto dello stand per la fiera, il materiale di comunicazione da utilizzare, il messaggio da trasmettere, la formazione di tutto lo staff, la definizione di tutti i costi, la creazione delle schede cliente, la progettazione delle fasi operative.

Durante l’evento

E’ la fase in cui tutto il progetto definito nella prima fase viene concretizzato, montaggio dello stand in fiera, presenza dell’azienda in fiera, comunicazione ed interazione con il potenziale cliente, la raccolta dei dati, la distribuzione del materiale aziendale, tutto deve essere progettato e messo in atto secondo un piano specifico.

Dopo l’evento

Se la prima fase è il momento in cui si gettano le basi per sviluppare il proprio business, l’ultima fase al termine dell’evento è quella in cui si concretizza tutto lo sforzo profuso.

Si utilizzano tutti i dati dei prospect raccolti per profilare, progettare e realizzare un piano di azione specifico per ricontattare i potenziali clienti ed andare ad acquisire nuovi clienti per l’azienda.

Queste tre fasi fanno parte del piano di marketing fieristico che ogni azienda deve avere se vuole partecipare con successo ad una fiera, ma anche un evento o manifestazione specifica dove sia necessaria la presenza fisica e l’interazione con il pubblico.

Le aziende che non pianificano sono destinate a fallire o comunque ad utilizzare solo una parte del potenziale che una fiera di settore può offrire loro, il piano di marketing fieristico aiuta a superare tutti gli ostacoli ed a porsi in una situazione di vantaggio rispetto alla propria concorrenza.