Traduttore.it, non riesco più a staccarmene

Da quando ho scoperto Traduttore.it, non riesco più a staccarmene. Mi è utile non solo per i miei studi (sono uno studente di quinta superiore al liceo linguistico, e tra inglese, francese e spagnolo ogni tanto faccio fatica a raccapezzarmi), ma anche per il mio tempo libero: non appena sento in una canzone un termine che non conosco, corro subito su Traduttore.it e in un secondo posso coglierne il significato.

Non solo: da qualche tempo mi sto appassionando alle serie tv americane e inglesi, e mi diletto a vederle con i sottotitoli in italiano; così, quando qualche espressione non mi convince o non riesco a cogliere perfettamente una parola, mi fiondo direttamente su Traduttore.it e so che posso trovare una risposta a tutti i miei dubbi.

Anche perché questo portale è davvero facile da utilizzare: posso tradurre sia una singola parola che una frase intera, ma anche un testo complesso e – ho scoperto da poco – perfino una pagina web. Non devo fare altro che scrivere o incollare le espressioni che voglio tradurre, et voilà, il gioco è fatto. Le lingue a disposizione sono praticamente infinite: dal francese al lituano, dal catalano all’arabo, dal vietnamita al maltese, dall’inglese al lettone, passando per il polacco, l’hindi, il portogese, lo spagnolo, l’estone.

Pensate che sia finita qui? Vi sbagliate, perché con Traduttore.it posso tradurre anche in danese, in giapponese, in olandese, in gallese, in finlandese, in coreano, in ebraico e in thailandese. Praticamente è come se facessi ogni giorno il giro del mondo semplicemente grazie al mio computer o al mio smartphone.

Ah, dimenticavo anche lo slovacco, il tedesco, lo sloveno, il bulgaro, il cinese, il malese, l’indonesiano, il greco, il russo, il rumeno e… anche urdu, farsi e klingon.

Insomma, possono dire addio ai vocabolari monolingua che non ho mai capito fino in fondo (e che però la mia prof si ostina a farmi comprare) e in generale a tutti i dizionari ingombranti e pesanti, difficili da spostare e che comunque traducono solo le singole parole.

Grazie a Traduttore.it, invece, se voglio posso anche decidere di tradurre tutti i Promessi Sposi in estone in pochi secondi, o le canzoni di Vasco Rossi in ebraico, o una lettera d’amore in portoghese. E’ utilissimo, ma è anche un gioco davvero divertente, che mi permette di imparare molto.

I commenti sono chiusi.