Viaggio in Salento: dove alloggiare

Pianificare una vacanza in Salento non è cosa semplice, il territorio è vastissimo e ricco di attrattive e interessi, ogni zona ha delle proprie peculiarità e punti di forza e se non disponete di un’automobile risulta difficile spostarsi da un capo all’altro della zona.

Quindi il primo passo è decidere dove stare, questo faciliterà anche le vostre ricerche e vi permetterà di avere maggiore organicità nelle valutazioni da compiere.

Ma neanche la scelta del posto in cui alloggiare è sufficiente, per almeno un paio di motivi: primo, perché non è detto che se state cercando, per esempio, una struttura a Otranto, dobbiate obbligatoriamente alloggiare in loco, potete anche selezionare alloggi situati in paesi nelle immediate vicinanze, ma prima occorre valutare l’effettiva distanza dal centro e la possibilità di spostamenti; secondo, perché occorre anche valutare il tipo di struttura in cui volete dimorare, perché un b&b è altra cosa da un hotel e un ostello da un agriturismo.

Ovviamente le cose si fanno più semplici se il vostro unico parametro di rifermento è costituito dal prezzo; a questo punto, inutile anche dirlo, basterà tirar fuori lo spirito del segugio e setacciare il web alla ricerca delle migliori offerte.

Se però volete davvero rendere unico il vostro viaggio nel Tacco d’Italia, ci sono soluzioni alternative: la masseria in Salento è la struttura che permette un viaggio nel viaggio, un ritorno a quel passato autentico tanto caro alla cultura salentina, che delle proprie tradizioni ha fatto il simbolo trainante del marchio Salento.

Si tratta di edifici che a partire dal XVI secolo ospitarono la produzione contadina e furono lo specchio di quella società arcaica fortemente basata sui raccolti come unico mezzo di sussistenza e che oggi acquista dinamismo e significati differenti.

Quello dell’agriturismo è un modo di vivere la realtà locale sempre più ricercato da un certo tipo di turista, attento alla natura e ai suoi richiami e voglioso di scoprire le vere radici arcaiche della società di un tempo, rivivendole sulla propria pelle.

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*