Tutto ciò che devi sapere sui costi della pubblicità in TV

In effetti, la pubblicità televisiva costa mediamente tra i 200 e i 300 mila euro per uno spot pubblicitario di 30 secondi su una rete nazionale. A questo si aggiungono i costi di produzione, che in media vanno da 2.000 euro a 5.000 euro nella fascia bassa.

 

Tuttavia, poiché si tratta di medie, potresti scoprire che la televisione costa meno nella tua zona in base alle esigenze della tua campagna. Ecco allora che, grazie all’aiuto di un team di specialisti nella realizzazione di spot pubblicitari a Milano tratteremo i fattori che possono influenzare il costo della pubblicità televisiva in modo più dettagliato per aiutarti a determinare se questa strategia di marketing ha senso per la tua attività.

 

I principali costi di uno spot pubblicitario

 

La pubblicità in televisione comporta due costi principali: produzione e distribuzione (in questo caso, trasmissione). I costi di produzione comportano la spesa per la creazione dello spot televisivo effettivo, come l’assunzione di un’agenzia pubblicitaria e di una troupe di produzione professionale. Questo costo può variare notevolmente, ma puoi aspettarti che costi da 2.000 euro a 50.000 euro. I costi di trasmissione sono la spesa principale, in media diverse alcune centinaia di migliaia di euro per uno spot pubblicitario di 30 secondi.

 

Costi di produzione di annunci televisivi: da 2.000 euro a oltre 50.000

Costi di trasmissione: in media 300 mila euro.

 

Costi medi di produzione 

Puoi produrre uno spot televisivo in diversi modi, a seconda delle capacità creative del tuo team e del tuo budget pubblicitario. Un team che è in grado di produrre internamente il proprio annuncio televisivo potrebbe spendere un minimo di 2.000 euro, mentre un’azienda che si affida a un’agenzia pubblicitaria per uno spot televisivo prodotto da professionisti costerà più o meno tra i 10.000 e i 20.000 euro, ma può anche essere superiore ai  50.000.

Tieni presente che la durata della tua pubblicità influenzerà sia i costi di produzione che quelli di trasmissione. Naturalmente, uno spot più breve (ad esempio, da 10 a 15 secondi) costerà meno rispetto a uno spot più lungo (ad esempio, da 30 a 60 secondi).

 

Costi medi di trasmissione degli annunci TV

Per le stazioni televisive locali, gli inserzionisti possono aspettarsi di pagare un minimo di $ 5 ogni 1.000 spettatori per uno spot pubblicitario di 30 secondi. Una trasmissione spot di 30 secondi a livello nazionale ha avuto un costo medio di circa 200.000 euro nel 2020. Naturalmente, la frequenza con cui pubblichi il tuo annuncio influirà anche sui costi di trasmissione totali.

Se hai un budget limitato e non sei sicuro di voler investire molto, prendi in considerazione canali pubblicitari e di marketing alternativi, come, ad esempio, gli annunci billboard.

Fattori che influenzano il costo degli annunci TV

Il CPM dipende da quanto sia desiderabile il pubblico per i potenziali inserzionisti. Ad esempio, uno spettacolo televisivo con un pubblico principalmente femminile sarà più desiderabile per un’azienda che vende prodotti acquistati principalmente da donne. Inoltre, i dati demografici degli spettatori, i tempi e la posizione in cui l’annuncio va in onda possono significare costi pubblicitari più alti o più bassi.

Questi sono i principali fattori che influenzano i costi pubblicitari televisivi:

Network e programmi TV: le reti televisive che trasmettono programmi popolari faranno pagare di più per i loro spot pubblicitari. Ad esempio, puoi aspettarti di pagare oltre 300.000 euro per mandare in onda la tua pubblicità durante un programma in prima serata.

Emittenti locali vs emittenti nazionali: Per emittenti locali prendiamo come esempio ciò che è Telenorba per la Puglia o Telelombardia. Il CPM per fare pubblicità su una stazione di trasmissione locale è in genere inferiore a quello su Reti nazionali come Rai e Mediaset, poiché il cavo attrae una fascia demografica più mirata e più ricca.

Periodo dell’anno: se è in arrivo una corsa politica molto controversa, i candidati saranno disposti a pagare un prezzo più alto del solito per la pubblicità televisiva. Anche altri eventi, come gli eventi sportivi previsti (ad esempio i Giochi Olimpici o il Festival di Sanremo), possono far aumentare i costi.

Ora del giorno: gli spot pubblicitari in prima serata sono la sera tra le 20:00. e le 23:00, quando la maggior parte delle persone guarda la TV. Dato il numero maggiore di visualizzazioni, il costo degli annunci pubblicati durante questo periodo è in genere più elevato rispetto ad altri momenti della giornata.

Tempo di trasmissione: la durata della pubblicità televisiva influirà notevolmente sul costo in termini di spese di produzione e di trasmissione. Il tempo di trasmissione per un annuncio breve (ad es. 10 secondi) costerà molto meno di un intervallo di tempo di 60 secondi.

Dimensione del pubblico: più inserzionisti desiderano trasmettere i propri spot pubblicitari nelle grandi città in modo da poter raggiungere più spettatori con uno spot pubblicitario, motivo per cui il costo per fare pubblicità a New York City è molto più del costo in una piccola città.

Domanda: in genere ci sono quattro interruzioni pubblicitarie in uno spettacolo di mezz’ora, ciascuna della durata di due minuti (equivalenti a 16 spot da 30 secondi). Con un numero limitato di spot pubblicitari disponibili, maggiore è la domanda, maggiore è il prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*