come smettere di fumare senza ingrassare

Come smettere di fumare senza ingrassare: piccoli suggerimenti

Quando si smette di fumare, una delle paure che più attanaglia uomini e donne è ha un solo nome: ingrassare. Sì perché quando si dice addio ad una dipendenza, l’assunzione di peso è davvero dietro l’angolo e può diventare ben presto un deterrente per non dire addio completamente a ciò che ci fa stare male ma di cui dipendiamo.
Ebbene, se volete sapere come smettere di fumare da soli ma senza il rischio di prendere qualche chilo, seguite i nostri consigli efficaci per stare senza pensieri.

1. Scegliete il momento giusto in cui smettere

Smettere di fumare non è una cosa così semplice da fare. È necessario, infatti, possedere una grande forza di volontà e positività per affrontare tutti i momenti difficili che avverranno. Pertanto, vi consigliamo sempre di scegliere il giorno ed il periodo giusto della vostra vita, per non ricadere poi nelle vostre tentazioni. Per questo vi consigliamo di scegliere momenti nel quale vi sentite particolarmente forti e coraggiosi per combattere questa dipendenza.

2. Bevete tanto e non saltate i pasti

Bere tanta acqua non fa solo bene all’organismo ma aiuta anche a non ingrassare. Difatti, l’acqua permette di evitare il rischio di ritenzione idrica e aiuta anche ad eliminare le scorie in eccesso. Per quanto concerne il fumo, poi, i benefici sono anche maggiori. Ogni qualvolta sentite l’esigenza di fumare, bere acqua vuol dire distrarsi e scacciar via la voglia di mettere la sigaretta in bocca. Insomma, un ottimo palliativo, no?
Inoltre, abbiate cura di non saltare i pasti e di mangiare almeno 3 volte al giorno al fine di tenere sempre pronto e ben allenato il vostro stomaco.

3. Fate tanta attività fisica

Fare attività fisica non aiuta solo a dimagrire ma anche a distrarsi. Questo perché permette ad un fumatore di prendere coscienza di se stesso, delle proprie capacità e di quello che può realmente realizzare con la propria vita. Da un punto di vista fisico, poi, i benefici sono davvero tantissimi. Lo sport aiuta la respirazione, a bruciare i grassi e anche a fronteggiare tutti i problemi e inevitabilmente la nicotina causa ad un organismo. Insomma, l’attività fisica potrebbe essere definita davvero uno strumento perfetto per dire addio al tabagismo senza però ingrassare.

segnaposto matrimonio originali

Segnaposto per matrimonio originale: ecco 3 idee speciali

I segnaposto sono un elemento importantissimo all’interno di un contesto come il proprio matrimonio. Permettono, infatti, di assegnare in modo elegante e raffinato il posto ad ogni invitato durante il fatidico ricevimento. Molto spesso, in passato, i segnaposti rappresentavano qualcosa di classico, su sui si osava relativamente poco. Al giorno d’oggi, invece, sono divenuti elementi con cui sbizzarrirsi, al fine di lasciare a bocca aperta ogni ospite delle proprie nozze.
Ebbene, se cercate idee per segnaposti originali, siete nel posto giusto? Ecco alcuni piccoli spunti da cui partire, per renderli unici il giorno del vostro matrimonio.

1. Segnaposto commestibili

I segnaposti commestibili non sono solo un’idea davvero innovativa ma anche dei prodotti utili per spezzare la fame (d’altronde i matrimoni, si sa, vanno spesso per le lunghe!). Potete scegliere, ad esempio, di acquistare dei cioccolatini e farli diventare dolcissimi segnaposti. In questo caso, basterà solo abbellirli con un cartoncino su cui scrivere il nome di ogni invitato. Potete anche optare per piccoli barattoli di miele o marmellata, e sfruttare l’etichetta sempre per l’assegnazione dei posti. Insomma, scegliete i segnaposto commestibili sulla base dei prodotti che più vi piacciono, e farete un figurone!

2. Segnaposto a forma di locandine

Questa tipologia di segnaposto è perfetta se state organizzando un matrimonio a tema cinema o se comunque siete dei veri cinefili! Basta semplicemente recarsi presso una tipografia o contattare chi si occupa di stampa locandine online e richiedere una grafica particolare per ogni segnaposto. Potete, ad esempio, realizzare locandine che ricordino il cinema degli anni ‘20, oppure stampare per ogni invitato una mini locandina che rappresenti un film diverso, in modo da creare un simpatico effetto assortito. Come vedete, le idee sono davvero tante. Basta solo usare un pizzico di fantasia.

3. Segnaposto con piantina grassa

Le piantine grasse vanno davvero per la maggiore nel mondo del wedding. Spesso vengono usate come bomboniere, o regalate insieme alle partecipazioni di nozze. Oggi ve le proponiamo come segnaposto carini e davvero speciali. Scegliete le piantine grasse che più vi aggradano e impreziositele decorando il nome di ogni invitato in modo elegante. Così facendo, potete anche decidere di regalarle, in modo da permettere ad ogni ospite di portare a casa un ricordo in più della vostra giornata.

danza torino

Inizia l’anno ballando nella tua scuola di danza di Torino

Una scuola di danza a Torino è la risposta giusta a tutte le domande, non solo per prepararsi all’estate. Con i primi caldi e il desiderio di essere pronti per la prova costume infatti si comincia a fare sport e a fare esercizi per rimettersi in forma. Spesso però partendo in ritardo si rischia di intraprendere diete eccessivamente rigorose o di fare troppo sport senza esserne abituati, compromettendo la propria salute.

Per questo un’ottima idea potrebbe essere quella di scegliere la scuola di danza Sampaoli da settembre e cominciare sin da subito a mantenersi in forma ed in salute senza poi dover ridursi all’ultimo a fare diete molto rigorose, a fare troppo sport per perdere i chili accumulati nel periodo invernale e a tonificarsi.

Iniziare in modo graduale a fare attività sportiva permette di arrivare all’estate preparati e in forma, senza troppe rinunce e soprattutto affrontando meglio l’anno che si ha davanti.

Lo sport infatti, la danza in particolare, non è solo un’attività, è un modo di esprimersi, raccontarsi e sfogarsi.

Per questo iniziare a settembre potrebbe essere un’ottima opportunità per conciliare tutti questi aspetti.

 

Scuola di danza a Torino: per un inizio d’anno con il botto

Settembre è il mese in cui ricomincia anche l’anno scolastico. Scuole medie, superiori e università: tutto riprende ed è molto bello riprendere anche con lo sport.

Soprattutto per i fuori sede, che sono lontani da casa e dagli amici, e si trovano in un contesto nuovo che non conoscono, il ballo può essere un modo di conoscere nuove persone e trascorrere il proprio tempo libero divertendosi.

Ambientarsi in una nuova città può essere difficile, ma trovando il corso giusto nella propria scuola di danza a Torino sarà tutto più semplice e farsi nuovi amici che condividano i medesimi interessi e passioni sarà questione di poco tempo.

 

Quale scuola di danza scegliere in Torino?

Soprattutto se si viene da lontano non è detto che si sappia a quale scuola di danza di Torino affidarsi.

La scuola di ballo Sampaoli, una delle prime della città, è perfetta per tutti coloro che cercano una scuola valida e non sanno a chi rivolgersi.

Inoltre essendo in una zona centrale e vicina alle principali facoltà è la scelta perfetta anche per chi non conosce ancora bene la città e sta cercando l’occasione giusta per farlo.

Mettersi in forma, divertirsi e rilassarsi: tutto diventa più facile ballando in compagnia.

Pronti a iniziare l’anno a passo di danza, dunque?

 

Tecnologia e progresso nell’industria: la fresatura a controllo numerico

Il progresso tecnologico moderno abbraccia qualsiasi campo: dalla piccola alla grande industria, dall’artigianato alle grandi imprese, ovunque è possibile denotare gli straordinari cambiamenti apportati dall’utilizzo di nuove tecnologie che, in qualunque modo la si veda, hanno migliorato e migliorano tuttora la vita delle persone e degli operai che fanno uso di macchine specializzate.

È il caso delle fresatrici, macchinari particolarmente diffusi in ambito industriale.

L’operazione di fresatura
Le fresatrici sono macchinari industriali utilizzati per eseguire lavori di fresatura, ovvero quella particolare lavorazione finalizzata all’ottenimento di superfici di forme diverse sfruttando la tecnica dell’asportazione del materiale che formano gli stessi piani da modificare.

L’operazione di fresatura è andata via via perfezionandosi nel tempo, grazie al progresso tecnologico citato nell’introduzione: oggi è possibile contare su macchinari all’avanguardia, i quali permettono di ottenere risultati di altissima qualità e precisione facendo affidamento sui comandi di controllo digitale numerico (CNC, ovvero Computer Numerical Control) per impostare i parametri tecnici della lavorazione.

Il controllo numerico, oltre a permettere di ottenere risultati più soddisfacenti sul piano qualitativo, fa risparmiare molto più tempo agli operai impegnati in una determinata catena di produzione, poiché è compito del computer gestire i vari aspetti tecnici del processo di fresatura.

Compito dell’operaio è invece quello di stabilire le impostazioni e i parametri attraverso i quali il computer dovrà operare, affinché si possa raggiungere il risultato desiderato.

Vantaggi e limiti dei comandi di controllo numerico
Ma come funzionano più nello specifico i nuovi comandi a controllo numerico?

Quali sono i meccanismi che permettono di ottenere risultati così apprezzabili dal punto di vista della qualità?

La fresatura a controllo numerico, così come qualsiasi altro macchinario che sfrutti tale tecnologia (ormai sempre più diffusa nel panorama industriale), deve la sua precisione di fondo all’ausilio di software specializzati, i quali rappresentano la vera e propria “anima” dei computer.

Nonostante ciò, il limite delle macchine a controllo numerico è dato dal fatto che queste non possono operare in autonomia qualora si manifestassero errori o malfunzionamenti.

Ciò significa che è necessario che almeno un operatore rimanga sempre in linea di produzione, il quale si occuperà di risolvere i problemi che impediscono il proseguimento del lavoro.

Altre caratteristiche della fresatura
Il vantaggio più rilevante della Fresatura a controllo numerico, oltre al miglioramento decisivo della qualità finale della lavorazione, è quello di aumentare notevolmente la quantità di prodotto lavorato: una fresatrice, essendo una macchina, è in grado di lavorare a ritmi lavorativi più elevati rispetto all’uomo, senza tralasciare la possibilità di raggiungere un’ampia gamma di risultati diversi.

I software installati all’interno dei macchinari sono già programmati per operare a contatto con vari materiali, per permettere all’operatore di impostare una moltitudine di settaggi a seconda dell’obiettivo della lavorazione: materiali come i metalli leggeri e il ferro, la plastica e il legno, insomma, tutto quel che si presta alla manipolazione, alla modifica e al trattamento nel campo dell’industria e dell’artigianato.

dolci più amati dagli italiani

4 dolci più amati dagli italiani nel nostro Paese

I dolci sono sicuramente la portata più festosa di un pasto, di una cena o comunque di un’occasione speciale. Sì perché portano allegria con i loro colori e sapori deliziosi. Ebbene, nelle pasticcerie Brindisi, di Roma e qualsiasi altra città del nostro Paese, ci sono dei dolci più in voga rispetto agli altri, richiestissimi sia per il loro aspetto che per il gusto sensazionale.
Ebbene, ma di quali dolci stiamo parlando? Ecco una lista dei più comuni.

1. Millefoglie

La millefoglie è un dolce che non passa mai di moda, in quanto gustoso, corposo e davvero molto ricco. È composto da pasta sfoglia zuccherata e cotta, farcita con della crema pasticceria. Spesso si sperimentano anche altre varianti, come la millefoglie alla frutta, alla crema al cioccolato oppure alla marmellata. Senza dubbio, con questo dolce è davvero molto semplice fare bella figura e senza neanche molteplici sforzi, in quanto si può decidere di acquistare sia la pasta sfoglia già pronta che la stessa crema.

2. Sacher

La Sacher è una torta tipicamente austriaca, ma davvero molto amata anche nel nostro Paese. Rappresenta un fulcro di tutto ciò che riguarda il cioccolato ed i suoi derivati. Si inizia con un Pan di Spagna rigorosamente al cacao, farcito con della confettura (spesso si sceglie quella alle albicocche in quanto più acidula) e decorata con della ganache molto sottile, sempre al cioccolato. Questo dolce prende il nome da Franz Sacher, lo chef che la inventò e se ne conoscono tantissime ricette. Tuttavia, l’originale è segretamente conservata presso l’Hotel Sacher di Vienna.

3. Torta di mele

La torta di mele è un dolce semplicissimo, non così calorico ma che al contempo dà comunque le sue soddisfazioni. È composto da una frolla di uova, latte, farina, zucchero, burro e al suo interno vi è una farcia principalmente di mele sbucciate e tagliate a spicchi molto sottili. Solitamente, si arricchisce il composto anche con degli aromi particolari come la vaniglia ma, se preferite, anche la cannella.

4. Torta Mimosa

La torta Mimosa ha un aspetto decisamente primaverile e per questo davvero invitante. Viene realizzata principalmente in occasione del 8 Marzo per la Festa delle Donne. La sua composizione è di Pan di Spagna bagnato con acqua e zucchero farcito con della crema pasticcera e della panna. Utilizzare questo ingrediente è essenziale per la buona riuscita della torta, in quanto rinvigorisce tutta la farcitura. Per un richiamo diretto alle mimose, è necessario ricoprire la torta con tante briciole di Pan di Spagna, al fine di richiamare il giallo che contraddistingue il fiore.

Idee di viaggio nell’Australia selvaggia

L’Australia è una meta famosa tra i turisti per i suoi immensi spazi aperti e per la natura selvaggia ed incontaminata. Gli amanti della natura e dell’avventura non avranno che l’imbarazzo della scelta per trovare percorsi e luoghi da visitare ed esplorare o per pianificare attività, escursioni ed esperienze mozzafiato.

Dagli spettacolari paesaggi, alla fauna selvatica particolare e senza eguali, fino ai numerosi parchi nazionali ed aree riconosciute patrimonio dell’umanità, i turisti potranno esplorare spazi infiniti, ricchi di animali nei loro naturali habitat, e percorrere foreste pluviali situate a ridosso delle più moderne città, in cui trascorrere delle rilassanti soste ristoratrici.
Vediamo quali potrebbero essere delle idee di viaggio, per la scoperta dell’Australia più selvaggia.

La Grande Barriera Corallina

Con i suo 2300 chilometri di estensione, la grande barriera corallina australiana è il più grande sistema corallino esistente al mondo. Ci si può arrivare comodamente con i voli internazionali che atterrano nell’aeroporto di Cairns o con quelli interni australiani che arrivano negli aeroporti di Proserpine (sulla costa delle isole Whitsunday) o di Hamilton Island o a Townsville.

A circa mezz’ora di autobus dall’aeroporto di Proserpine si può arrivare ad Airlie Beach da cui è possibile raggiungere molte isole e località del paradisiaco arcipelago delle Whitsunday.

Ma per entrare in Australia, un turista straniero deve richiedere precedentemente un visto turistico, il cosiddetto visto ETA o eVisitor a seconda del paese di provenienza (in tedesco chiamato visum australien).

L’arcipelago delle Whitsunday è un luogo di rara bellezza dove si può assistere a tramonti romanticissimi, sulle spiagge deserte di sabbia bianca di silice finissima oppure praticare snorkeling tra pesci coloratissimi e coralli altrettanto caratteristici.

I posti migliori dove preticare snorkeling sono Manta Ray Bay nei pressi di Hook Island, Black Island e Blue Pearl Bay su Hayman Island. Le partenze per le escursioni giornaliere di immersioni e snorkeling avvengono da Airlie Beach, da Hamilton Island e da One&Only Hayman Island.

Red Center

Il Red Center è un paesaggio desertico con catene montuose che si alternano a pianure e gole rocciose, zone sacre alle culture aborigene locali come i Kata Tjuṯa e Uluru. Nel Red Center si trova la roccia più famosa del mondo, ovvero l’Ayers Rock.

Ad Ayers Rock o Alice Springs ci si arriva con voli da Sidney, via terra da Adelaide o da Darwin, distanti circa 1500 km da Sud e da Nord rispettivamente, o in ferrovia, la leggendaria Ghan che copre la distanza Darwin Adelaide in circa quattro giorni, con tappe a Katherine, ad Alice Springs e a Coober Pedy.

Da non perdere assolutamente nel Red Center sono gli incantevoli colori cangianti all’alba ed al tramonto di Uluru (nota in inglese come Ayers Rock e patrimonio dell’umanità), che si possono ammirare nell’Uluru-Kata Tjuta National Park, dove sono ospitati anche centinaia di specie di animali, uccelli e piante rarissime, tra cui canguri, wallaby ed emù che scorrazzano liberi per il deserto rosso.